SERVIZI


SALDOBRASATURA
L’unione tra i pezzi viene effettuata utilizzando un materiale d’apporto di natura diversa al materiale base. Il materiale d’apporto è una lega a temperatura di fusione inferiore a quella del materiale base.

Durante il processo la lega bassofondente si diffonde su tutta la sezione del tratto da unire. La lega solidifica e "ancorandosi" al materiale base garantisce l’unione del giunto. Le caratteristiche meccaniche del giunto sono normalmente inferiori a quelle ottenibili in saldatura. Mentre nella brasatura il riscaldo è limitato alla lega, nella saldobrasatura si porta in temperatura (comunque inferiore a quella di fusione) anche il materiale base. Al fine di evitare l’ossidazione dei giunti è necessario utilizzare disossidanti in polvere, pasta, liquidi o sottoforma di rivestimento sulle bacchette d’apporto.

GAS UTILIZZATI
Il procedimento può impiegare fiamma aero-combustibile laddove siano richiesti apporti termici poco elevati. Le performances migliori si ottengono comunque con fiamma ossigeno e combustibile (acetilene, FLAMAL 28/2800, propano, metano, idrogeno).

TABELLA TECNICA

MATERIALE BASEMATERIALE D'APPORTOTEMPERATURA DI FUSIONE
Acciaio al CLeghe Ag-Cu-Zn
Leghe Cu-Zn-Si
Leghe Cu-Zn-Ni
Leghe Sn-Ag
800 °C
880 °C
900 °C
230 °C
Acciaio INOXLeghe Sn-Ag
Leghe Cu-Zn-Ni
230 °C
900 °C
RameLeghe Cu-P-Ag
Leghe Cu-P
Leghe Ag-Cu-Zn
710 °C
740 °C
800 °C
AlluminioLeghe Al-Si500 °C



SALDATURA A TIG
La Saldatura TIG (Tungsten Inert Gas) o GTAW (Gas Tungsten Arc Welding), è un procedimento di saldatura ad arco con elettrodo infusibile (di tungsteno), sotto protezione di gas inerte, che può essere eseguito con o senza metallo di apporto. La saldatura TIG è uno dei metodi più diffusi, fornisce giunti di elevata qualità, ma richiede operatori altamente specializzati.

Il procedimento si basa su una torcia in cui è inserito l’elettrodo in tungsteno, attorno al quale fluisce il gas di protezione che, attraverso un bocchello di materiale ceramico, è portato sul bagno di fusione. L’operatore muove la torcia lungo il giunto per spostare il bagno di fusione e contemporaneamente, nel caso sia richiesto materiale d’apporto, sposta la bacchetta del materiale in modo tale da tenerla costantemente con l’estremità entro l’arco e comunque sotto la protezione del gas.

Uno dei principali vantaggi di questa tecnologia è che l’apporto di materiale nel bagno di saldatura è indipendente dall’apporto termico nella saldatura, a differenza di quanto accade nelle saldature a filo o a elettrodo consumabile. Il procedimento può essere automatizzato, pertanto viene largamente usato per la produzione di tubi saldati partendo da nastro metallico e per la saldatura dei tubi alle piastre tubiere degli scambiatori di calore.



CARPENTERIA METALLICA
Grazie anche al nostro ben fornito magazzino di carpenteria metallica,produciamo e ripariamo cancelli,inferiate,porte di varie caratteristiche e dimensioni.